Le videocamere termiche: cosa sono

1 Giu di admin

Le videocamere termiche: cosa sono

Quando si parla di sicurezza e anche di videosorveglianza non possiamo fare a meno di parlare dell’importanza di una videocamera ovviamente. Ogni spazio che necessita di un controllo serrato e continuo, che sia diurno e notturno, che sia un ambiente pubblico o privato, deve essere ormai monitorato attraverso uno strumento di ripresa ad alte prestazioni.

Diciamo che sopraggiungono quindi le videocamere termiche di sorveglianza. Si tratta di macchinari particolari che sono progettati per questa specifica finalità, ma sono utilizzati anche in altri campi.

Sono costruiti in modo tale da svolgere spesso dei compiti di videosorveglianza più particolari attraverso delle funzioni specifiche e adatte a tale scopo. Non si tratta pertanto di comuni videocamere ma di strumenti molto diversi e spesso più sofisticati. Essendo uno strumento di rilevazione molto preciso e affidabile risulta sempre impeccabile nelle monitorazioni ma anche in situazioni fra loro diversificate. La prima cosa interessante da sapere riguardo questi strumenti è il motivo per cui una videocamera viene definita “termica”. Infatti viene denominato così in virtù del suo meccanismo di funzionamento e di rilevazione. Una videocamera di questo genere è capace di rilevare il calore, energia all’infrarosso, nel senso che è in grado di poter captare il cambiamento termico non solo dei soggetti di passaggio che monitora ma anche dell’ambiente circostante. Una volta che viene rilevato il calore, questo viene opportunamente elaborato dal sistema interno producendo un’immagine termica che viene poi sarà riprodotta sul display incorporato nella videocamera.

Questo processo avviene in quanto queste videocamere sono dotate di lenti termiche capaci di elaborare la radiazione infrarossa che viene emessa dagli oggetti, trasformandola poi in immagine. Questo significa che uno strumento di questo tipo può tranquillamente riuscire a cogliere in modo molto preciso tutti i mutamenti di calore circostanti, riuscendo poi a captare se essi siano più o meno pericolosi. Questo discorso ovviamente si estende dagli oggetti fino agli ambienti. Diciamo che una videocamera di questo tipo è capace di registrare variazioni termiche da -10 gradi a + 400 gradi, e nel caso in cui il macchinario rilevi situazioni di pericolo o di potenziale rischio, la videocamera manderà un allarme per avvisare che ci si trova di fronte ad una situazione anomala. Se volete scoprirne di più e sapere prezzi o consigli per acquistarne una, cliccate sul link www.migliorevideocamera.it